Sito di Mario Di Pietro




Dove ti trovi: Home > L'ALUNNO IPERATTIVO IN CLASSE







L'alunno iperattivo in classe

L'alunno iperattivo in classe


Mario Di Pietro, Elena Bassi, Giorgio Filoramo

Edizioni Erickson, Trento

carrelloacquista


Manuale per insegnanti e genitori di bambini con deficit d'attenzione e iperattività (DDAI - ADHD)

Quando possiamo dire che un bambino è veramente iperattivo e quando invece si tratta di una bambino solo vivace, disobbediente o semplicemente maleducato? Il presente manuale cerca di rispondere a tale quesito, fornendo innanzitutto agli insegnanti strumenti che consentano una valutazione comportamentale dell'alunno e varie possibilità educative rivolte ai comportamenti problematici.

Molti tra i soggetti identificati come iperattivi presentano anche numerose caratteristiche positive oltre all'iperattività: alcuni sono ben dotati dal punto di vista intellettivo, sono molto intuitivi e abbastanza creativi. Di solito però l'ambiente circostante (la famiglia, la scuola, il gruppo dei coetanei) non è pronto ad accogliere positivamente bambini che presentano caratteristiche di iperattività e impulsività. Il disturbo si crea spesso dall'incontro-scontro tra un bambino che assume determinate modalità di comportamento e un ambiente impreparato a reagire nel modo più adatto. Un nodo cruciale diventa il rapporto tra il bambino iperattivo e i compagni di classe.

Molti alunni con difficoltà comportamentali infatti tendono ad alienarsi la simpatia dei compagni a causa della loro aggressività o per la loro irruenza e impulsività. Uno degli obiettivi di questo manuale è fornire un aiuto concreto per superare queste incomprensioni. Spesso inoltre il docente può sentirsi minacciato nella propria immagine e nella propria autostima, a causa delle difficoltà che incontra nel contenere il comportamento dell'alunno. Questo può portare a una progressiva diminuzione della capacità di autocontrollare le proprie reazioni nei confronti del bambino e a un incremento degli atteggiamenti punitivi. Se poi l'alunno manifesta frequenti comportamenti aggressivi verso i compagni, l'insegnante vivrà uno stato continuo di ansia riguardo alla sicurezza degli altri alunni.

Il testo propone specifiche procedure per potenziare le capacità di autocontrollo emotivo degli insegnanti e descrive specifiche strategie di modificazione del comportamento da applicare in classe. L'attuazione sistematica e precisa dei metodi descritti favorisce l'instaurarsi di un rapporto positivo con il bambino iperattivo, oltre che portare a un miglioramento generale del clima della classe. Anche se

l'iperattività, l'impulsività e la disattenzione non potranno essere eliminate del tutto, molti alunni conseguiranno una netta riduzione di comportamenti problematici e otterranno un maggior senso di autoefficacia.

Torna all 'indice

_____________________________________________________________________
ERE Italia
Corso base sull'EDUCAZIONE RAZIONALE EMOTIVA
Il 31 ottobre 2015 verrà attivato a Montegrotto Terme (PD) il primo corso ufficiale in EDUCAZIONE RAZIONALE EMOTIVA promosso dall’Associazione ERE-Italia. Montegrotto Terme (PD), Hotel Commodore Terme 31 Ottobre 2015 ore 9-13 e 14-18
Conduttori: Dott. Mario Di Pietro - Dott.ssa Simona Bernardini


hits counter